Un sistema di antifurto permette di aggiungere un livello di sicurezza ATTIVA ai nostri luoghi da proteggere. Tale livello non è semplicemente frutto di una “lista” di materiale che viene installato in casa, bensì risultato di uno studio di progettazione accurato e adattato al contesto e al livello di sicurezza che si vuole raggiungere. Non esiste un sistema di sicurezza antifurto uguale per tutti i luoghi.

Siamo da oltre 40 anni installatori certificati IMQ e la nostra organizzazione ha ottenuto il riconoscimento per la norma ISO 9001, a tutela dei nostri clienti e dei loro dati personali, fattore da non tralasciare quando si tratta di sicurezza.

L’ANTIFURTO NON E’ UN INSIEME DI “PEZZI”

L’antifurto permette di proteggere i propri luoghi e le persone care tramite un sistema di rilevazione elettronico di malintenzionati e persone non autorizzate.

Ogni casa, abitazione, ufficio è diverso, così l’antifurto si è adatta ai luoghi specifici.

L’antifurto non può essere un “kit” ma è prima di tutto un “progetto”

Sopralluogo:

Durante la fase di sopralluogo un nostro tecnico verifica:

  • L’ubicazione del luogo da proteggere
  • L’applicazione delle norme CEI 79/3-79/4 
  • Le persone destinate a gestire l’impianto
  • Gli obiettivi da raggiungere in base ai valori,ed alla tranquillità delle persone da proteggere nei casi d’inserimento del sistema con persone all’interno.

Progetto Provvisorio:

Terminato il sopralluogo, durante il quale il tecnico ha raccolto i dati, piantina dei luoghi o planimetria del luogo, viene redatto il progetto provvisorio. La stesura del progetto, convalidata dal responsabile tecnico, analizza i seguenti aspetti:

  • Scelta delle apparecchiature, tra quelle che hanno superato i nostri test interni e certificati dai maggiori enti internazionali (IMQ)
  • Livello di sicurezza dell’impianto
  • Conformità alle norme CEI 79/3 e 79/4
  • Terminata la stesura del progetto provvisorio, convalidato dal responsabile interno, con schede tecniche a software, dove sono riportati tutti i dati tecnici per l’esecuzione dell’impianto, viene consegnato il tutto agli installatori insieme alle apparecchiature.

Realizzazione, installazione e progetto definitivo:

I tecnici si recano sul luogo dell’installazione conoscendo preventivamente le problematiche specifiche da affrontare. Essi, inoltre, completano a software le schede informative (del luogo dove viene installato l’impianto) che vengono aggiornate nel tempo, a secondo degli interventi effettuati. Questo sistema garantisce il cliente, poichè rappresenta la memoria storica di tutti gli interventi che la nostra azienda ha effettuato.

Certificazioni:

Forlenza garantisce alla propria clientela la qualità IMQ con il rilascio del certificato (ove i calcoli matematici lo permettono) riconosciuto dall’ANIA (Associazione Nazionale Imprese Assicurative), insieme alla dichiarazione di conformità.

Non termina qui, un sistema di antifurto, per mantenere l’efficienza negli anni, necessita di una manutenzione periodica – scopri di più nei paragrafi successivi.

LA CENTRALE DI GESTIONE

Il cervello del sistema, la scelta della centrale di gestione, è un aspetto importante del sistema.

Viene scelta in base agli obiettivi di protezione individuati, ma anche in base alle esigenze future che possono nascere, visti i luoghi e le esigenze di protezione.

  • Modulo di comunicazione a vettore multipli, PSTN, GSM ma anche LAN e 4G, per adattarsi alle nuove tecnologie
  • Fino a 324 zone gestibili separamente
  • Fino a 32 aree di inserimento 

Il sistema può essere diviso in 8 sotto impianti che lavorano in modo autonomo, per gestire anche più appartamenti o sistemi estremamente complessi.

SCARICA LA BROCHURE

scarica-brochure

E LE TELECAMERE?

Spesso si risponde alle esigenze di sicurezza attraverso l’installazione di telecamere.
Le telecamere sono un ottimo strumento… a supporto di un sistema antintrusione adeguato.

I nostri sistemi permettono di effettuare la video verifica degli allarmi, quindi di ricevere in caso di allarme, dei brevi video della telecamera più vicina alla zona di allarme.

Il sistema di videosorveglianza quindi si connette e dialoga continuamente con il sistema antifurto.
Scopri di più alla pagina dedicata.

RILEVAZIONE

La rilevazione del sistema avviene attraverso sensori, specificamente progettati e costruiti in base allo scopo da ottenere.

Rilevazione Volumetrica:
I sensori rilevano movimenti all’interno delle aree protette con tecnologie infrarossi e microonde.

Possono essere dotati di funzionalità antiaccecamento, o esclusione dal rilevamento degli animali domestici (pet immune)

Rilevazione perimetrale classica:

A protezione dei varchi di accesso ai luoghi. Possono rilevare l’apertura di tapparelle, porte, infissi, oppure vibrazioni, taglio del vetro e altri tentativi di ingresso.

Barriere infrarossi e sensori a tenda:

Rilevano il passaggio di malintenzionati attraverso varchi specifici, con tecnologie di alta sicurezza.

All’esterno, sono sempre provvisti di funzionalità antisabotaggio, e analisi intelligente per esclusione di falsi allarmi e animali domestici.

Se il sistema rileva un allarme, può avvisare l’utente con molteplici strade e ritardare i movimenti dei malintenzionati.

Sirene:

La segnalazione sonora è sia all’interno dei locali (sirena interna), sia all’esterno con sirene di potenza, autoalimentata, con funzionalità antischiuma e antiavvicinamento.

Comunicatore GSM – 4G – APP:

La centrale avvisa i proprietari con SMS o chiamata segnalando il tipo di problema e la fonte di allarme. L’utente può accedere al sistema da remoto per una gestione tempestiva.

Attraverso le APP specifiche, la seganalazione e la gestione può avvenire con notifiche push e grafica intuititva.

Nebbiogeno-Fumogeno:
All’attivazione dell’allarme, generano nebbia o fumo così fitti che rendono difficoltoso la visibilità e il movimento. Possono essere corredate di luci stroboscopiche per amplificare l’effetto di disorientamento.

SEGNALAZIONE

Se il sistema rileva un allarme, può avvisare l’utente con molteplici strade e ritardare i movimenti dei malintenzionati.

Sirene:

La segnalazione sonora è sia all’interno dei locali (sirena interna), sia all’esterno con sirene di potenza, autoalimentata, con funzionalità antischiuma e antiavvicinamento.

Comunicatore GSM – 4G – APP:

La centrale avvisa i proprietari con SMS o chiamata segnalando il tipo di problema e la fonte di allarme. L’utente può accedere al sistema da remoto per una gestione tempestiva.

Attraverso le APP specifiche, la segnalazione e la gestione può avvenire con notifiche push e grafica intuitiva.

Nebbiogeno – Fumogeno:
All’attivazione dell’allarme, generano nebbia o fumo così fitti che rendono difficoltoso la visibilità e il movimento. Possono essere corredate di luci stroboscopiche per amplificare l’effetto di disorientamento.

Se il sistema rileva un allarme, può avvisare l’utente con molteplici strade e ritardare i movimenti dei malintenzionati.

Sirene:

La segnalazione sonora è sia all’interno dei locali (sirena interna), sia all’esterno con sirene di potenza, autoalimentata, con funzionalità antischiuma e antiavvicinamento.

Comunicatore GSM – 4G – APP:

La centrale avvisa i proprietari con SMS o chiamata segnalando il tipo di problema e la fonte di allarme. L’utente può accedere al sistema da remoto per una gestione tempestiva.

Attraverso le APP specifiche, la seganalazione e la gestione può avvenire con notifiche push e grafica intuititva.

Nebbiogeno-Fumogeno:
All’attivazione dell’allarme, generano nebbia o fumo così fitti che rendono difficoltoso la visibilità e il movimento. Possono essere corredate di luci stroboscopiche per amplificare l’effetto di disorientamento.

GESTIONE

La scelta del modo di gestione dell’antifurto dipende dalle persone che lo utilizzano e dal livello di complessità.
Durante il sopralluogo si sceglie con il cliente il metodo di gestione.

Comando dalla porta di ingresso:
(porta allarmata Forlenza)

Progettato secondo gli standard dei più avanzati sistemi antintrusione, frutto di anni di esperienza e scelta di componenti sempre all’avanguardia. Il sistema di antifurto, integrato nella porta, ha permesso di ottenere un meccanismo brevettato dalle caratteristiche uniche:

  • La porta è dotata di 2 sensori, di impatto e apertura, che rilevano l’apertura della porta o tentativi di forzatura, ancora prima che la porta sia aperta.
  • Il sistema di antifurto è incluso nella porta e comandato direttamente dalla chiave con il nostro sistema brevettato.
  • Chiudendo la porta, l’impianto si inserisce, viceversa si disinserisce automaticamente. Nessuna necessità di ricordare codici!
  • La gestione dell’allarme è incorporata nella porta e dotata di batterie per funzionamento autonomo anche in assenza di rete.
  • In caso di allarme la sirena si attiva e partono le chiamate ai telefoni dei proprietari che possono anche gestire l’impianto da remoto.
  • Attraverso un sistema wireless di alta sicurezza è possibile proteggere, attraverso la porta, altri punti sensibili nell’abitazione.

Tastiera di gestione:
(a pulsanti fisici o con schermo touch)
Attraverso un codice, è possibile la gestione completa del sistema.

Tessera o chiave di prossimità:
Basta appoggiare la tessera o la chiave ad un inseritore per impostare la funzione programmata

Telecomando:
Con codifica crittografata, può gestire fino a 4 funzioni diverse, con pulsanti dedicati e led di segnalazione

Lettore di impronte:

Abolisce codici e chiavette, permette di accedere alla gestione del sistema tramite il riconoscimento biometrico

Smartphone:

L’APP per smartphone si collega alla centrale o al cloud e permette la gestione completa del sistema, oltre alla ricezione delle notifiche importanti.

FUNZIONALITA’ AVANZATE

PULSANTE ANTIRAPINA – TELECOMANDO DI SOCCORSO

Il sistema permette la gestione delle emergenze, a prescindere che l’antifurto sia inserito o disinserito.

  • Se noti qualche estraneo, premendo il pulsante antirapina si attivano le chiamate con messaggio specifico per rapina.
  • In caso di malore o se necessiti soccorso immediato, un telecomando via radio al collo ti permette di avvisare i tuoi cari con la pressione di un semplice pulsante.

RILEVAZIONE INCENDIO

Un impianto di rilevazione incendio permette di intervenire con tempestività in caso di principio di incendio. Come previsto dalle prescrizioni dei vigili del fuoco e dalle norme CEI e IMQ, è possibile installare sensori di rilevazione fumi e incendio sulle centrali antifurto Forlenza, per permettere di essere avvisati non solo in caso di furto, ma anche di principio di incendio, per un intervento tempestivo. Utile dal piccolo appartamento allo stabilimento produttivo.

PROTEZIONI DI ALTA SICUREZZA

In base ai siti da proteggere, l’antifurto può adattarsi alla protezione delle aree più diverse:

  • Protezione di reti metalliche: le reti metalliche, che segnalano un confine da proteggere possono essere protetti con cavi magnetofonici o in fibra ottica, la deformazione, il taglio o lo scavalcamento della rete genera un segnale nel cavo che viene analizzato e genera un allarme.
  • Protezione di grandi spazi esterni: per proteggere lo spazio esterno di un edificio e creare così un’area protetta attorno allo stesso è possibile creare dei varchi protetti con barriere a microonde. I fasci che vengono generati dalle barriere non sono lineari come quelli infrarossi ma generano dei lobi di protezione lunghi fino a 500 metri e larghi alcuni metri. Qualunque cosa attraversi questi varchi protetti viene analizzato attraverso una logica con intelligenza artificiale per discriminare il falso allarme, l’animale, dall’effettivo attraversamento di un malintenzionato.
  • Protezioni per serbatoi: i furti di carburante, specialmente nelle aziende agricole, possono essere prevenuti attraverso un’adeguata protezione del serbatoio, con galleggianti allarmati, protezioni specifiche sui tappi e sugli organi di comando.

DOMOTICA

I sistemi di sicurezza sono particolarmente adatti alla realizzazione di tecnologie domotiche di sicurezza e utili per il cliente finale. Tutti i nostri sistemi antintrusione permettono la gestione di alcune funzionalità domotiche importanti:

  • Apertura / chiusura tapparelle: il sistema può comandare l’apertura e la chiusura di tapparelle motorizzate, anche passo passo, singolarmente o in gruppi. In particolare è possibile chiudere automaticamente tutte le tapparelle quando si inserisce il sistema o una parte di esso, e riaprirle all’ingresso in casa.
  • Accensione / spegnimento luci: la stessa comodità delle tapparelle può essere realizzata per le luci, permettendo di spegnere tutte le luci di casa all’inserimento dell’impianto, evitando di dimenticare luci accese.
  • Gestione del riscaldamento: attraverso il modulo termostato, è possibile programmare il sistema per attivare o disattivare l’impianto di riscaldamento o raffredamento oltre una soglia di temperatura.
  • Gestione dell’irrigazione: è possibile impostare programmi settimanali e diverse fasce orarie per attivare l’irrigazione del proprio giardino, oltre a poter gestire manualmente l’attivazione o la disabilitazione nel periodo invernale.
  • Attuazione di comandi: la centrale FORLENZA può gestire qualsiasi tipo di comando esterno, pulito o impulsivo, e permettere quindi di comandare ulteriori funzioni previste dalla tua casa o nel tuo ambiente di lavoro.

Tutte le funzioni domotiche possono essere gestite sia da applicazioni per smartphone che dalla tastiera con schermo touch, per una comodità finale.